Appunti dal Gospel di domenica 21 ottobre 2018

Guarda la predica qui: https://youtube.com/watch?v=94AYQUS3cfo

“Io mi sto muovendo, vado al gospel, partecipo a un life group, ma niente sta cambiando nella mia vita”. Questa è una frase che purtroppo si sente spesso tra alcuni credenti, specialmente tra chi viene in chiesa da parecchio tempo.

Magari ti stai paragonando a qualcuno che conosci, persone più giovani di te che hanno delle esperienze che tu non hai e per questo inizi a pensare di non essere al livello degli altri, di non essere abbastanza considerato da Dio.  Ma non dobbiamo mai dimenticare che il modo in cui noi misuriamo il cambiamento nella nostra vita è spesso diverso dal modo in cui lo misura Dio.

Dio ha promesso a tutti i suoi figli una vita che vale la pena di essere vissuta, nessuno escluso, e per ottenerla devi essere forte e coraggioso. Come Giosuè che, prima di prendere Gerico, vide le meraviglie che Dio aveva preparato per il popolo, magari anche tu ogni domenica ti comporti come guardando da dietro le mura le promesse di Dio che ti spettano.

Una cosa che molti non sanno è che Gerico era una città molto piccola. Allo stesso modo, a volte vediamo i “nostri” problemi molto più grandi di quello che sono in realtà, perché sbagliamo prospettiva, guardiamo la città da sotto le mura, come Giosuè.

Quante volte ti è sembrato che le apparenze non corrispondessero a ciò che Dio ti aveva detto? Questo accade perché tentiamo di capire con le nostre capacità i Suoi piani, cosa che non ci è data di fare. Ed è per questo che ci sentiamo frustrati e demoralizzarti; mentre l’unica cosa che il Signore ci chiede di fare è fidarsi di Lui. A volte fare un giro e rilassarti è l’unico modo per aiutare Dio, non rovinando ciò che Lui deve fare.

Infatti più che ciò che Dio fa per noi, è importante ciò che Lui fa dentro di noi, anche se al momento non ce ne rendiamo conto.
Giosuè accetta la strategia bellica più assurda della storia dell’umanità, perché aveva deciso di vivere per fede, esattamente come anche noi siamo chiamati a vivere. E la fede viene dall’ubbidienza.
Inoltre la fede non è sapere, bensì fare, dimostrare. La gente vuole vedere in noi un’alternativa di vita, l’unica che solo Gesù può dare.

Ma stare fermo e lasciar fare a Dio non è sempre facile, perché a volte non vedi nessun cambiamento. Ma non solo, vuol dire anche mettere da parte l’orgoglio.
Magari tu sei arrivato al sesto giro nella tua vita e, non vedendo alcun cambiamento, stai decidendo di mollare. Ma quello che Dio vuole dirti è “non farlo! Non mollare! Persevera, non fermarti, anche se non sai per quanto tempo, dovrai avere pazienza, fidati, continua a girare intorno alle mura del tuo problema”.

Ecco le frasi migliori della Gospel, tratte dal profilo Facebook Ministero Sabaoth:

  • Dio ha non ha bisogno delle tue opinioni, ma delle tue azioni di fede
  • Non mollare, Dio sta cercando di fare un’opera completa nella tua vita
  • Fede è sapere che quello che Dio dice succederà nella tua vita
  • La fede non è soltanto una confessione, ma ubbidienza
  • Non dare la tua opinione se Dio non te la chiede
  • Cambia la tua prospettiva: guarda il tuo problema con occhi spirituali
  • Oggi Dio vuole dirti: “ Io ti darò una vittoria completa su quel problema che ti impedisce di vivere come vorresti”. || Giosuè 6:1-4
  • Il modo in cui tu vedi il cambiamento non è lo stesso modo in cui lo vede Dio

 

Rebecca

 

*l’articolo è frutto di appunti liberamente presi da Rebecca, del team writerS, al solo scopo di dare una idea di quanto detto durante il Gospel. In ogni caso questo testo non riporta letteralmente le parole dette dallo speaker e, quindi, non posso essere usate come citazioni dirette. 

2018-10-24T12:06:08+02:00