Appunti dal Gospel di domenica 01 luglio 2018

Il messaggio di oggi girerà tutto intorno a un passaggio che si trova in Daniele 11:32: egli corromperà con lusinghe quelli che tradiscono il patto; MA il popolo di quelli che conoscono il loro Dio mostrerà fermezza e agirà.

Daniele è un libro profetico conosciuto anche come l’Apocalisse dell’Antico Testamento. In questo passo, l’autore sta parlando del tempo in cui sulla terra governerà l’Anticristo, cioè l’antagonista di Cristo.

Il versetto parla di due tipi di credenti. Il primo è composto da coloro che “tradiscono il patto” (quindi rinnegano Dio) perché vengono corrotti da parole lusinghiere. Il secondo è composto da coloro che conoscono davvero il loro Dio, mostrano fermezza e agiscono.

Quel “MA” posto tra i due gruppi è un potente spartiacque tra i due tipi di credenti. Ci saranno credenti che si faranno facilmente distrarre dalla via di Dio attraverso lusinghe, mentre altri le rifiuteranno perché sanno chi è il loro Dio e sanno riconoscere le parole che corrompono.

Qual è la differenza tra i due gruppi di credenti? Perché uno si fa corrompere l’altro no? I credenti che rimangono fedeli sono quelli che conoscono il loro Dio. Questo sarà per sempre la nostra àncora di salvezza.

Gesù parla di questo principio quando tratta della casa sulla sabbia e della casa sulla roccia (vd Matteo 7:24). In quel contesto, infatti, la roccia è l’ubbidienza alla Sua Parola. Rimanere fermi in Lui e ubbidire ci aiuterà sempre a superare venti e tempeste, rimanendo saldamente in piedi.

Se conoscere Dio profondamente e intimamente è la nostra protezione, è fondamentale mantenere viva la relazione con Lui. Pregare solo la domenica non può essere sufficiente. Dobbiamo incontrarLo ogni giorno e conoscere la Sua voce per saperla riconoscere in modo chiaro in mezzo a tutte le altre voci di questo mondo.

C’è un disperato bisogno che la Chiesa abbandoni il rapporto superficiale che ha con Dio per dedicarsi a Lui anima e corpo, con fame rinnovata. La nostra superficialità è troppo poco per tutto quello che Dio ha da darci!

Allora, forza Chiesa, sforziamoci di conoscere Dio personalmente per rimanere fermi quando le parole di lusinga arriveranno a bussare al nostro orecchio e per fare i prodigi che questo mondo aspetta!

 

*l’articolo è frutto di appunti liberamente presi da Alex, del team writerS, al solo scopo di dare una idea di quanto detto durante il Gospel. In ogni caso questo testo non riporta letteralmente le parole dette dallo speaker e, quindi, non posso essere usate come citazioni dirette. 

2018-07-03T14:07:22+02:00