Appunti dal Gospel di domenica 02 settembre 2018

Link alla predica: https://youtube.com/watch?v=6d0oXGicszI&feature=youtu.be

 

Ci sono due cose che amo del cristianesimo: la prima è la condivisione con gli altri e la seconda è la libertà di scelta.

Il versetto del “gran comandamento” che dice ama il prossimo tuo come te stesso ha in sé una grande potenza, ma racchiude anche una responsabilità.

Noi scegliamo di accettare Gesù nella nostra vita e di farci condurre da Lui in ogni cosa che facciamo, ma non siamo soli, il cristianesimo non è una “religione” volta al miglioramento di noi stessi o al trovare una connessione con l’universo, è soprattutto mettere in pratica ciò che il Signore dice.

Nel libro di Atti degli Apostoli 2:46-47 leggiamo:

E perseveravano con una sola mente tutti i giorni nel tempio e, rompendo il pane di casa in casa, prendevano il cibo insieme con gioia e semplicità di cuore, lodando Dio e godendo il favore di tutto il popolo. E il Signore aggiungeva alla chiesa, ogni giorno, coloro che erano salvati.

E’ chiaro che gli apostoli e tutte le persone che avevano conosciuto Gesù si ritrovavano tutti i giorni al tempio per: pregare, mangiare, stare insieme, aiutare chi era nel bisogno e essere di sostegno a coloro che divulgavano il vangelo alle genti. Oggi ci rechiamo in chiesa tutte le domeniche per rendere culto a Dio e lo lodiamo, lo celebriamo e riceviamo preghiere e benedizioni dalla predica alla lode, ma in realtà la parola culto significa servizio: a Dio.

In realtà dovremmo servire, fare tutto ciò di cui la comunità ha bisogno prendendo proprio spunto dalla Bibbia.

Questa domenica siamo stati tutti incoraggiati a partecipare di più, a vivere di più insieme agli altri e condividerne anche sacrifici e rinunce perché molto spesso proprio mentre stiamo onorando il Signore, siamo partecipi di miracoli in prima persona.

Noi crediamo ai miracoli? Li vorremmo vedere? Io ne vorrei vedere tanti, perché in essi c’è la manifestazione della potenza di Dio, ma anche la nostra fede che viene messa in atto.

Non importa in quale area ti metterai a disposizione, ce ne sono tante e c’è sempre un bisogno, intercettalo se ti è possibile e fai la tua parte; tutti noi siamo stati chiamati da Dio, nessuno escluso. Non continuiamo a chiederci cosa farò e quando, possiamo cominciare oggi a scegliere cosa fare sapendo che mettendoci a disposizione della comunità avremo un posto in prima fila nei segni, prodigi e miracoli.

Ilaria

 

*l’articolo è frutto di appunti liberamente presi da Ilaria, del team writerS, al solo scopo di dare una idea di quanto detto durante il Gospel. In ogni caso questo testo non riporta letteralmente le parole dette dallo speaker e, quindi, non posso essere usate come citazioni dirette. 

2018-09-05T12:21:04+02:00